Tutto ciò che c’è da sapere sulla festa della Sechseläuten

Tutto ciò che c’è da sapere sulla festa della Sechseläuten

La Sechseläuten è una tradizionale festa zurighese che segna l’inizio della primavera e viene solitamente celebrata il primo lunedì dopo l’equinozio. Eccezionalmente, quest’anno si terrà il 25 di aprile. Andiamo a scoprirne di più insieme!

 

Sechseläuten: storia e origini

Da oltre 500 anni, Zurigo ospita l’iconica Sechseläuten per celebrare la fine dell’inverno e l’inizio della primavera. Questa tradizione, infatti, risale al sedicesimo secolo, quando il Consiglio Comunale – i cui membri provenivano dalle varie gilde di Zurigo – decise che nei giorni estivi i cittadini avrebbero dovuto lavorare un’ora in più rispetto all’inverno. E così, il primo lunedì dopo l’equinozio, la seconda campana più grande del Grossmünster suonava alle sei del pomeriggio per annunciare la fine della nuova giornata lavorativa. Ecco come è nata questa festa tradizionale, il cui nome significa letteralmente “le campane che suonano alle sei”. Oggi, se ti capitasse di essere nei paraggi durante l’evento, ammireresti sfilate, costumi d’epoca e bande musicali che riempiono le strade del centro!

 

Festa della Sechseläuten: come si svolge?

La sfilata dei bambini e delle gilde

Tradizionalmente, la festa si apre la domenica pomeriggio con la sfilata dei bambini, dove circa 3000 bambini – in costumi storici – sfilano lungo la città accompagnati da 800 musicisti della banda giovanile della regione. Il lunedì pomeriggio, invece, è il turno della sfilata delle 25 gilde. Quest’ultima consiste in un colorato corteo di 3500 uomini in costumi tradizionali, in compagnia di altre 350 persone a cavallo, 50 carri allegorici e circa 30 bande musicali – tutti diretti verso la Sechseläutenplatz, dove li aspetta il Böögg.

Il Böögg che prevede il tempo

Il protagonista principale della Sechseläuten è il Böögg. Stiamo parlando dell’effigie di un pupazzo di neve alto più di tre metri che simboleggia l’inverno e viene bruciato per concludere metaforicamente la stagione invernale – il lunedì, alle sei del pomeriggio. Questa tradizione è entrata a far parte della festa non prima del diciannovesimo secolo. Prima di allora, esistevano diversi Böögg e i bambini del quartiere di Kratz di Zurigo davano loro fuoco nel giorno dell’equinozio di primavera. Oggi è tradizione chiedere al Böögg di prevedere il meteo della bella stagione: si dice infatti che più veloce esplode la testa del pupazzo, più bella sarà l’estate!

La super grigliata finale

Quando il falò si placa, subentra un’altra tradizionale: la più grande grigliata svizzera, che ha luogo attorno ai resti del falò e dura fino alle prime ore del mattino seguente. Perciò, se ti unisci alla festa, hai anche la possibilità di assaggiare delle salsicce davvero deliziose!  

Vorresti scoprire di più su come vivere e lavorare a Zurigo? Allora continua a seguire il nostro blog per essere sempre aggiornato sui migliori consigli di cui avrai bisogno prima di trasferirti in questa splendida città!
Prev
Cosa fare prima di trasferirsi a Berna
Next
Eventi a Zurigo: i migliori dell’estate

Autore

City Pop
City Pop

City Pop offre appartamenti a prezzi competitivi con una vasta gamma di servizi on-demand

Contatti

Post Recenti

Connettiti con noi